Come liberarsi dalle emozioni negative

Provare paura, rabbia, ansia, tristezza, delusione per nessuno di noi è sicuramente un’esperienza piacevole. Ma per quale motivo siamo costretti a vivere queste esperienze negative, che insorgono spesso così rapidamente e senza nessuna possibilità di controllo che sfugge alla nostra ragione?

Per una questione di sopravvivenza! Le emozioni infatti insorgono come risposta a cambiamenti dell’ambiente che ci richiedono un adattamento per la nostra sopravvivenza. In questi casi, le reazioni del nostro corpo e della nostra mente anche se non sono sempre razionali e nemmeno opportune, rappresentano il modello di risposta biologica che l’uomo ha messo a punto in milioni di anni. Il cervello dice: “Se siamo sopravvissuti fino a qui, perché cambiare?”

La reazione con l’emozione negativa associata che vuole farci evitare guai e proteggerci nell’immediato è regolata in un primo mometo da strutture nervose come il talamo sensoriale, le amigdale, l’ippocampo e altri circuiti. Soltanto più tardi, quando ormai abbiamo urlato a nostro figlio o insultato l’automobilista di turno, gli impulsi arrivano anche alla corteccia cerebrale, sede delle decisioni volontarie, così riprendiamo il controllo, ci calmiamo e magari chiediamo scusa per il nostro comportamento.

amigdala
Con l’andar del tempo questi salvavita automatici si traducono purtroppo in: fobie, preoccupazioni, condizionamenti, blocchi emotivi, convinzioni sabotanti etc.

Come possiamo liberarci da emozioni negative e riprendere il controllo su questi automatismi che, seppur utili in alcune circostanze, spesso ci condizionano facendoci vivere situazioni che non vorremmo?

Sperimentalmente si è dimostrato, tramite risonanza magnetica funzionale, che la stimolazione di zone chiave corporee con il tapping (o picchiettamento) o la stimolazione di punti con agopuntura, porta a una diminuzione dell’irrorazione di zone dell’amigdala in favore della corteccia prefontale, sede della volontà, la cui azione quindi diventa predominante. Possiamo con queste tecniche attenuare l’effetto negativo della cascata emotiva istintiva, ma non solo. Infatti, l’uso combinato di tapping, movimenti oculari, massaggio e altre focalizzazioni corporee produce un rilascio di alcune sostanze come il GABA e la serotonina, capaci di inibire il condizionamento legato ad esempio alla paura e dissociare gli stimoli condizionati della risposta biologica di allarme. (Ruden R.A. 2005)

Per modificare la mente il corpo deve essere coinvolto. Utilizzando specifici punti chiavi lungo i meridiani con tecniche come l’agopuntura o l’EFT (Emotional Freedom Techniques) è possibile svolgere un’azione sulle strutture nervose del cervello responsabili dello stato emotivo e quindi regolare anche l’attivazione del sistema nervoso autonomo. Ciò è possibile anche attraverso la focalizzazione cosciente su parti del corpo più rappresentate a livello della corteccia cerebrale come avviene con la tecnica del Fast Reset.

 

“I pensieri e le emozioni sono solo turisti … e tu non sei un Hotel.

Lascia che arrivino e se ne vadano.”
– Mooji –

 

Per chi ha voglia di approfondire tali tematiche ecco le letture consigliate:

 

Eft in Pratica
Come liberarsi da ansie, stress e blocchi emotivi in modo facile, autonomo e indolore

Voto medio su 8 recensioni: Buono

€ 19.5


 


 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *